domenica 6 novembre 2011

UN PAIN BRIOCHE SOTTO LA PIOGGIA...



Impossibile uscire e quindi si sta a casa con la tristezza delle immagini di una Liguria in ginocchio e con la paura per lo stato d’allerta per alcune regioni a rischio innondazione.
Non ho voglia di far nulla complice un mal di testa “dei miei” ma tra una tregua e l’altra ,non posso non fare almeno un veloce e confortevole (per l’animo) dolce…
In pratica è una non ricetta perché ho utilizzato un preparato acquistato durante una delle mie gite in Francia . L’avevo già sperimentato qui e mi ero ripromessa di riprendere questo magico sacchettino con magica farina alla quale va aggiunto solo il latte e un po’ di burro.
I sacchettini in realtà erano tanti, ognuno con un preparato diverso: pani rustici, dolci, ecc... e io mi sono fatta ispirare da questo panbrioche campagnolo...
La fatica maggiore l’ho lasciata al mio fidato KA senza togliermi però il piacere di impastare da me qualche minuto la palla di pasta che sentivo bella, liscia e compatta tra le mani.
L’ho fatta lievita per circa 2 ore e poi ne ho fatto 4 palline che ho messo in uno stampo da plumcake. Altra lievitatura di circa un’ora e poi 35 minuti in forno a 180°. Dopo 10 minuti di cottura però,  ho coperto la superficie con la carta stagnola perché si stava bruciando.
Queste le quantità:
350 gr preparato Francine “Brioche de campagne”(e scusate il nome che è già una piccola poesia…)
200 ml di latte tiepido
75 gr di burro morbido
Un po’ di latte per spennellare l’impasto prima di metterlo in forno 

Un altro ingrediente indispensabile sarebbe quello di convincere , chi vi accompagna in gita, di fermarsi in un supermercato della zona , “giusto per dare un’occhio” , ben sapendo che dietro questa vostra “innocente” curiosità si cela invece la voglia spasmodica di acquistare quei mille prodottini che sono introvabili nei nostri supermercati  italici J
Si lo so, ci sono anche molte più “schifezze” già pronte che di solito, non finiscono nei nostri abituali carrelli ma, si sa, l’occasione fa l’uomo ladro e la donna approfittatrice, dico io ,  e quindi , oltre a questi deliziosi (molto francesi) sacchetti di farina , ho messo nel carrello: crepes integrali già pronte (che si possono anche surgelare!!!) madeleines ai mille gusti, biscotti bretoni, formaggi impanati da gustare come aperitivo , salse più o meno conosciute, miele di lavanda,  e mille altre cose delle quali un po’ mi vergogno e terrò segrete!! J


Il pan brioche mi piace tantissimo, non mi piace troppo dolce e infatti quando lo preparo senza “farine magiche” ci metto poco zucchero così lo posso abbinare sia a marmellate e creme cioccolatose che a saporiti patè…in questo caso preferisco tostarlo , trovo che la croccantezza si sposi meglio con il salato.
Devo dire che questa farina compresa di tutto , ha il giusto grado di zucchero , cioè non è troppo dolce e , soprattutto, ha un profumo delizioso che,  una volta sfornato il pan brioche,  si espande per la casa.
Continua a piovere in questa buia domenica dai ritmi rallentati e un pò mi crogiolo in questo stacco dal mondo, unico momento di quiete (nonostante il mal di testa...) nella vita frenetica e sempre di corsa che non ti permette di capire cosa sia ,in fondo, la felicità : forse .. anche fare un pain brioche ?

12 commenti:

  1. Mia cara, ti sei fatta una coccola perfetta, visto il tempo e l'emicrania (che purtroppo conosco molto bene.........)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. si tesoro.... la felicità è fatta di queste piccole minuscole cose che ci danno tanta gioia..... un pan brioches francesce vuoi mettere??? baci

    RispondiElimina
  3. Con quello che sto vedendo e sentendo, un pane caldo e consolante appena fatto è quanto di più confortante possa venirmi in mente. Ne mangiamo una fettina insieme al riparo dalla pioggia?

    RispondiElimina
  4. Perché, perché abitiamo così lontane? :-(((
    Io baratterei volentieri i miei biscottini con il tuo panbrioche, che si chiamerà camagnolo, ma a me sembra adatto ad essere servito in un banchetto reale. E così, mentre sento arrivare il profumo (purtroppo solo quello :-((), mi domando: a quando il prossimo meeting? ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  5. Piccole cose ? Sono grandissime invece, cibo anche per l'anima e di questi tempi non è poco! Un bacione cara e buona settimana...

    RispondiElimina
  6. Adoro il panbrioche...mi fa impazzire! Questo poi, gia' dal nome conquista!
    Ho giusto un'amica che spesso va in francia....mi sa che le commissiono un po' di shopping per me!!! :-)

    Buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  7. Sai che è da tempo che cerco un pain brioche?? ;) Segno e se faccio ti avviso! Baci e capisco bene io ho i miei a Spezia, se non fossi venuta su a Milano da quasi un anno e mezzo sarei anche io li, e probabilmente avrei dato una mano!

    Vevi :)

    RispondiElimina
  8. Spero che il mal di testa sia passato, il pan brioche ha un aspetto morbido e goloso.
    Spero che la pioggia sia passata e che non torni prestissimo, abbiamo bisogno di una tregua.
    Buon lunedì carissima!

    RispondiElimina
  9. E' vero il nome è già una poesia sono anch'io come te e personalmente quanto acquisto mi lascio prendere molto volentieri dal marketing
    ...e lo so !!! ma mi piace ciao

    RispondiElimina
  10. ricetta deliziosa! annoto subito, così la provo appena posso! baci :)

    RispondiElimina
  11. Piace tantissimo anche a me. E se si trova una bustina magica di cui si è soddisfatti, meglio ancora. E poi hai sempre la scusa per andare a rifornirti, no?
    Fabio

    RispondiElimina
  12. @simo: hai ragione!!! anche tu?? ahi ahi...povere noi! a presto .un bacio

    @ely: si piccole cose ma piacevolissime e dolcissime!come possono non fare bene anche al cuore? bacio

    @chatapoche: sarebbe davvero bello conviderne una fettina cone te...un abbraccio

    @annaluisa e fabio: perchè??? davvero perchè abitiamo così lontani???? confido in un prosssimo incontro...magari con più calma per condividere più esperienze e tanto altro...vi abbraccio forte

    @chiara: hai ragione! piccole si fa per dire! e se poi il risultato è anche perfetto per mente e cuore e....gola!!! cosa si vuole di più???baci

    @paola: si dai se riesci a farti portare una di queste farine devi dirmi cosa ne pensi!!! a presto . un grande abbraccio

    @vevi: si dai, poi fammi sapere! un abbraccio

    @fabi:L mal di testa passato ma giornate frenetiche e lo si capisce dalla mia assenza (forzata, sigh) dal mio blog! ti abbraccio

    @stefania: l'importante è saperlo! anch'io come te...non avevo dubbi!! :-))) baci

    @ricetteamorevero: è facilissima e viene sempre! e poi è una delizia! fammi sapere....a presto

    @annaluisaefabio: eccccerto!!!:-) ilpiacere sta anche nel farsin un giretto in posticini carini ...e rifornirsi di tutte queste cose che ci piacciono tanto!!:-) bacissimi

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...