mercoledì 23 luglio 2014

ESTATE = IL "MIO" MARE


Se penso alla parola "estate" la prima cosa che mi viene in mente è: mare.
Fin da bambina le vacanze erano al mare e quindi, da sempre, per me,  è sinonimo di divertimento, di libertà, di dolce far niente.
Ultimamente lo amo cercando il suo lato "nascosto", poco urlato.
Lo so è difficile, soprattutto per le zone di mare che ultimamente frequento , non  certo famose per la pace e la tranquillità.
Ma anche in questi luoghi è possibile ritrovare "mood" diversi nei quali mi sento meglio, da orso quale sono ! :-)

Mi piace trovarlo , per esempio , tra le reti dei pescatori , nel porto. Accanto a contenitori giganti di plastica, ci sono reti, galleggianti , ancore, ami, canne da pesca , che sembrano sculture o installazioni di qualche artista alternativo.



Mare è anche : abiti e mises essenziali e comode. Come non amare le mie pseudo birkenstock prese da Zara Home in un polveroso tono di rosa?
Da sfoggiare rigorosamente ...ovunque! Anche se il luogo che preferisco è ... a casa, di fronte alla piscina , tra le fresche piante mentre il sole sta calando regalando quel caldo dosato che fa piacere sentire sulla pelle. 


L'acqua ferma e silenziosa invita a tuffi "fuori orario"... e in vacanza vale tutto !!!
Quindi, ben venga il "puccio" a tutte le ore!
Qui il rumore e il caos rimangono fuori e ,se sia ha voglia,  bastan pochi metri per gettersi nella bolgia ...volendo.
Ma anche no...:-)



Mare significa anche : farinata. Ma quanto mi piace??? Molto di più della focaccia! Così senza orpelli, al naturale , magari presentata con qualche ramo di rosmarino solo per "arredarla" un po' perché di gusto ne ha già di suo...
E se per sfondo di sono anche rossi coralli il mix è perfetto!
Questa tovaglia, very low cost, presa al mercato mi piace tantissimo! La trovo perfetta per la casa al mare e rende speciale qualsiasi piatto!
Basta poco...a volte...


Mare significa : relax! Sabbia, sole, belle letture. Qualche bagno per rinfrescarsi , qualche passeggiata.
Spiagge affollate diventano luoghi d'incontro in cui, ogni anno, ci si ritrova .
Non ho amicizie marine, a parte qualche educato convenevole con gli ombrelloni limitrofi.
La spiaggia è una spiaggia "blasonè" e quindi mi tengo defilata , non amo certi ambienti.
Ma ... ossservo ,fingendo indifferenza , tra le pagine del mio libro,  i nuovi look, le labbre rifatte, coppie nuove o consolidate,  chi ingrassa , chi dimagrisce.
Si lo so non è molto "politically correct" ma, sono in vacanza, e tutto, o quasi, è lecito.

Questo è il "mio" mare , una piccola fuga dalla vita frenetica, dove rigenerarmi , cullata dal dolce far niente  ... pur con una discreta vita "social" .
Ma il  vero "buon retiro" per me è il lago, che adoro...preparerò tra poco valige con pochi abiti e tanti fogli da disegno, pennarelli, acquerelli, computer e tavoletta grafica e...

Vi presenterò il "mio" lago e i luoghi che amo.

Alla prox ;-) !!!







mercoledì 16 luglio 2014

NON RICETTE PER L'ESTATE :-)

Senza titolo
  

Negli anni passati , di questo periodo, avevo già chiuso per ferie il mio piccolo blog, ma quest’anno è un anno strano. L’avevo già dichiarato  qui e, in effetti, non posso che confermare questo mio stato “sospeso”: un po’ ci sono e un po’ no, un po’ scrivo di cucina, un po’ di fatti miei, un po’ di …tutto.
Ho scelto  la libertà per  gestire questo spazio : nessuna scadenza scandisce i miei post.
Quindi non è necessario fare lunghe pause di “ferie” dal “lavoro” di blogger (anche se non mi considero tale) : le pause le faccio comunque , mese e stagione a prescindere.
Quindi oggi vi presento una ricetta  anzi due.
Polpette di ceci con salsa allo yogurt
Inizio con il prepararvi : ho usato i ceci in scatola, ebbene si. Ho scelto quelli che ho ritenuto migliori ma sempre ceci in scatola sono!
Inoltre le quantità degli ingredienti  non sono precise anche perché non possono esserlo: la farina dipende dalla grandezza delle uova, dall’acqua aggiunta ,ecc… quindi non le indico nemmeno…
Metto i ceci (tutti quelli della scatola) scolati e sciacquati nel mixer , aggiungo un paio di cucchiai di acqua in modo da ottenere una purea consistente.
La trasferisco in una ciotola capiente e ci aggiungo il bianco dell’uovo, il sale, il pepe e amalgamo il tutto.
Quindi aggiungo la farina , al bisogno. Si dovrà ottenere un “impasto” molto morbido che però si riuscirà a prendere con le mani e formare delle mini polpettine.
Nel frattempo metto a bollire dell’acqua in una pentola e cuocio le polpette. Saranno cotte quando arriveranno in superficie  (3/5 minuti non di più altrimenti si disfano)

Si possono far stufare qualche minuto in un sugo di pomodoro saporito e accompagnare a riso bollito: questa la versione calda , da mangiare quando fa più freddo.
La versione estiva prevede una salsina allo yogurt per accompagnarle fredde.
Ho usato un vasetto di yogurt bianco magro, ho aggiunto qualche goccia di limone, sale e l’erba cipollina ma potete aggiungere le erbe che preferite . La menta è perfetta così come il fresco basilico.
Anche per questa salsina niente dosi perché ognuno se la deve “aggiustare” a suo piacimento : c’è a chi piace più “limonosa” , a chi meno…


Senza titolo

La presentazione è davvero carina  e perfetta anche per un aperitivo !

Queste polpette hanno fatto compagnia  ad un fresco  tabbouleh .



Senza titolo

Per questo piatto esistono mille varianti appartenenti alle varie regioni di provenienza o alla fantasia di chi lo prepara.
La mia versione è da sempre questa : 
cous cous
pomodori tagliati in piccoli pezzi
cipolla di tropea tagliata in piccoli pezzi
menta
olio
sale
questa ricetta mi era stata data da un’amica speciale che ora non c’è più. Era una donna intelligentissima e coltissima e, insieme al marito, avevano viaggiato parecchio soprattutto in Africa.
Viaggiavano in camper, di quelli da “parigi/dakar” per intenderci, con tanto di piastre per togliersi dagli insabbiamenti delle tempeste . Due tipi davvero avventurosi e ricchi di quella ricchezza interiore che fa crescere anche chi sta loro intorno. 

Il profumo  di questo tabbouleh è forte di menta e  di cipolla (io ne metto poca , giusto per dare quel saporino in più senza prevaricare!)…sa di sere d’estate …di relax…di vacanza…di quiete…di momenti  per pensare a cose carine e per spazzare i pensieri grevi.

Ed è proprio di tutto questo che ho voglia.


Senza titolo

ehm... ed evidentemente non la penso così solo io :-)


Senza titolo

Il mio gatto , Eu ... insegna  !

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...