mercoledì 30 luglio 2014

LA ZARKOPITA : ODE ALL'AMICIZIA "BLOGGHESCA"


 
la ZARKOPITA
Ingredienti per uno stampo da 20-22 cm di diametro
50 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente
100 g di farina 00
200 g di feta, sbriciolata grossolanamente
100 g di latte
peperoncino e origano a piacere

Lavorare il burro in una ciotola con un cucchiaio di legno, unire la farina, il latte, la feta, il peperoncino e l'origano, amalgamando bene gli ingredienti. Imburrare una pirofila (io ho usato la carta forno) e versare l'impasto, che non deve superare i 2 cm di altezza. Livellare bene (io uso il dorso di un cucchiaio inumidito) e cuocere in forno a 180°C per 40 minuti
circa (o finchè la pita è dorata in superficie). Far raffreddare e tagliare a quadrati, ma a me piace tanto anche calda o tiepida...
 (ho fatto il "copia-incolla" della ricetta della Aleonlykitchen)





Questa sarà di certo una delle ricette della mia top ten! E con questo intendo quelle ricette che faccio e rifaccio con piacere e con successo.
E' una ricetta veloce, facile e di sicura riuscita : perfetta per un aperitivo o per un antipasto ma anche un pic nic o una merenda ....
L'ho scoperta grazie a due amiche "storiche"  , conosciute tanto tempo fa  grazie al mio blog : la cri- vissi di cucina  e la alessandra - ale onlykitchen!
Mi piace, ogni tanto, quando trovo il tempo, andare a rileggere i post degli inizi , sia i miei che quelli degli altri blog e ritorno indietro nel tempo piacevolmente coinvolta da questa grande novità che erano, ai tempi,  i food blog.
Queste due mie amiche sono  vere esperte e sono sempre certa di trovare da loro,  indicazioni ineccepibili e  ricette di sicura riuscita!
Con la cri condivido anche la passione per i mici! lei ne ha due adorabili!!! oltre che l'amore smodato per i biscotti dei quali lei è la regina indiscussa... la ale only kitchen invece la invidio amorevolmente per la sua casa stupenda nella quale traspare il suo gusto elegante per l'essenziale (che amo) contaminato con sprazzi d'arte unica ( compliementi a Oliver vero artista eclettico e bravissimo) e per la sua  preparazione culinaria (troppo poco ostentata) che davvero poche possono vantare!
 

Una delle più grandi soddisfazioni che mi ha regalato e mi regala il mio piccolo "le chat egoiste" è quella di farmi conoscere persone speciali che diventano amiche importanti. Tante di queste le avevo conosciute ai primissimi tempi in cui avevo aperto questo blog e ancora oggi sono tra quelle che frequento, virtualmente e non.
Questo fatto mi piace tantissimo! Abbiamo in comune innanzi tutto i timidi inizi in questo mondo,  che era diverso, più leggiadro, meno competitivo di certo più sincero e vero.
Tante di  loro sono cresciute e ne sono felice, altre sono rimaste tranquille a proseguire la loro strada poco urlata ma non per questo meno professionale ed esperta, altre si sono montate la testa (ah ah aha), altre mi hanno delusa....insomma, simpaticamente,  di tutto di più! :-)
Resta il fatto che ritrovarsi , sia attraverso i nostri  blog sia  "fisicamente" , è sempre bello!
Ultimamente ho tante nuove amiche perchè il mondo delle food bloggers è immenso e infinito e ogni giorno scopro siti interessanti  che rispecchiano il mio mood, il mio modo di concepire il cibo, le mie manie per le mises en place, l'accuratezza  nei particolari, nelle scelte dei colori, nelle foto, nell'impostazione grafica dei post ...insomma ritrovo gusti e passioni in questi nuovi spazi che allargano i miei orizzonti.
Un fatto carino è che scopro di avere tanto in comune con persone moooolto più gggiovani della sottoscritta che, diciamolo senza vergogne, è una sciura (come si dice dalle mie parti che significa : signora) di mezza età (ma anche un pò di più di mezza età....) .


Mi fa sorridere e mi fa molto piacere , trovarmi a commentare post , scritti da ragazze che potrebbero essere mie figlie e condividere impressioni e pareri.
Detto questo non pubblicizzerò troppo il mio essere agée e godrò del finto anonimato che permette il web,  per illudermi che il tempo non passa ... almeno qui, a "Le chat egoiste"!
Ma, soprattutto,  mi godrò le amicizie sincere , vecchie e nuove, che mi fanno sentire felice e fortunata!
Grazie a tutte voi!

sabato 26 luglio 2014

E A ME QUESTA ESTATE "STRANA" PIACE...



Si lo so, verrò presa per pazza ma a me, questa finta estate, piace. Non mi dà fastidio che piova, che faccia freschino, che sembri quasi autunno, stagione che amo!
Se poi riesco anche ad avere tempo per cucinare, bè, è ovvio che mi metta a preparare un dolce con la conseguenza di accendere il forno!
Quindi, quando stamattina mi sono alzata e stava piovendo alla grande ero proprio contenta!
Potevo accendere il forno e sfogarmi con una delle mie attività preferite : fare torte.

Ho scelto una semplicissima crostata con pesche e frangipane e, dato che ho avanzato un po' di pasta ne ho fatta un'altra piccina con le albicocche.

Ingredienti:
per la frolla:
200 gr farina 00
100 gr burro
100 gr zucchero
1 uovo
buccia limone grattugiato (di circa metà limone)
un pizzico di sale

frangipane:
100 gr farina di mandorle
100 gr burro
100 gr zucchero
1 uovo
buccia limone grattugiata (di circa metà limone)

frutta : per me pesche e albicocche

Preparate la frolla impastando prima il burro a pezzetti con la farina e lo zucchero fino a formare un composto sbricioloso. Poi aggiungere la buccia del limone e l'uovo.Formare un panetto e mettere in frigo per circa mezz'ora.

Nel frattempo preparate il frangipane:
montare il burro con lo zucchero. Aggiungere quindi l'uovo montando bene. Infine la farina di mandorle e la buccia del limone.

Tagliate la frutta che preferite a piccoli spicchi.

Tirate fuori dal frigo la frolla e rivestite una tortiera imburrata (ho usato una pirofila dal diametro di 24 cm + una tortiera a cerniera da circa 15 cm )
bucherellate il fondo con una forchetta e versate il frangipane.
Infine mettete le fette di frutta a piacimento.
Forno 180° per circa 30/40 minuti.
Purtoppo il mio forno mi dà qualche problema in cottura e i miei tempi e le temperature variano di volta in volta.
Per me è un continuo controllare, abbassare i gradi o aumentarli, girare la tortiera...insomma , mea culpa, è stato un acquisto sbagliato.

Una volta sfornata la crostata se vi piace potete cospargerla di zucchero a velo.
Io,  che adoro spargere lo zucchero l'ho fatto ,ma solo per la torta più grande, quella piccina, che ho farcito con le albicocche l'ho lasciata al naturale...


Le foto le ho fatte con un cielo grigio e minaccioso di pioggia ma ora pare che le nuvole abbiano lasciato spazio a qualche raggio di sole che cerca di imporsi con la sua luce e il suo estivo calore.

Un vento fresco mi accarezza le spalle mentre sto scrivendo e il profumo delle torte mi arriva dolce e insistente...

smetto di scrivere, mi taglio una fetta...foto veloce con il sole ...


mmmmm...buona! Nonostante il forno "ballerino" è cotta bene e il frangipane si sposa benissimo con le pesche!!!
Benvenuta estate e  anche se quest'anno sei un po' strana , ti ritrovo quella di sempre , nel sapore di questo piccolo e semplice dolce ...e se l'aria è più fresca e la pioggia è un po' prepotente  non mi dispero, anzi,  mi piaci un po' "diversa" , ti sento più vicina al mio "mood" vagamente malinconico e autunnale :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...