domenica 24 aprile 2016

DIFFICOLTA' MINIMA CON MASSIMO EFFETTO SCENICO ;-) : TORTA AL CIOCCOLATO CON MIRTILLI E MERINGA CARAMELLATA


A volte mi chiedo perché ho voglia solo di cucinare dolci? Possibile che non mi venga in mente di cucinare qualche nuovo piatto salato? E dire che di libri di cucina ne compro (fin troppi)  e me li leggo per bene però, alla fine, sempre lì casco : dolci.
Si vabbè lasciamo perdere le interpretazioni psicologiche che sorgono spontanee...bisogno d'affetto? naaaaaa... solitudine? naaaaa....
Semplicemente amo smodatamente il sapore "dolce". Mi sento bene quando sento parole come "cioccolato ", "panna", Pasta frolla"....ma anche "planetaria", "montare a neve", "cospargere con zucchero a velo",ecc...ecc...
In qualsiasi momento della giornata sono pronta per mangiare qualsiasi cosa sia dolce!
Non parliamo di quando mi capita di vedere alla tv o su internet, preparare qualche torta!
Mi sento letteralmente male (in senso buono) quando vedo colate di cioccolato farcire dolci...quando assisto affascinata alla preparazione della pasta sfoglia e conseguenti croissants & c...
Quando guardo magiche lievitazioni di pani e pan brioche... miracoli che mi lasciano sempre senza parole.
Evidentemente qualche "problemino" ce l'ho (ah ah ah) però, come sempre, giustifico questa mia mania dicendomi che non faccio male a nessuno, anzi, tutto sommato preparando torte e offrendole mi sento quasi una dispensatrice di bontà...



Mi sono iscritta (da anni) alla newsletter della prestigiosa scuola Cordon Bleu , della quale conosco tutti i corsi (durata e costi) sui quali fantastico un giorno si e un giorno no, immaginando di mollare tutto e di trasferirmi a Parigi e seguire lì, proprio lì, un corso di pasticceria!
A volte , nei miei sogni, mi accontento anche di partecipare ad uno dei loro corsi brevi, o addirittura a quelli , dimostrativi, di un giorno solo.
Poi, ovviamente, non se ne fa nulla ma mi calo così tanto nella parte che è quasi come se l'avessi fatto e, sentendomi un po' "pasticcera" mi lancio in invenzioni che , a volte, premiamo la mia fantasia .
Proprio com'è successo con questa torta al cioccolato con mirtilli e meringa.

Tra i mille e più aggeggi che popolano la cucina ho anche il mitico (per me) cannello, utile soprattutto per caramellare la crema catalana.
Dopo spargere lo zucchero a velo, "caramellare con il cannello" è una delle attività ludiche in cucina che amo di più.
Ispirata , da una foto su FB di una carissima amica di blog che stimo e a cui voglio bene (Francesca di "La gatta sul piatto siche scotta") , ho recuperato il magico cannello e ho studiato un modo per poterlo usare ...



Non ci ho messo molto ad individuare il dolce che avrebbe potuto fare al caso mio.
Ho modificato una ricetta semplice e "basic" alla quale ho aggiunto le mie  varianti .
la base : torta semplice, ma semplice davvero,  al cioccolato 
il primo top: marmellata di mirtilli
il secondo top: meringa "cannellata"

Ingredienti:

Per la base di torta al cioccolato 
(unità di misura un vasetto di yogurt)
1 vasetto di yogurt bianco (magro, per me)
2 vasetti di zucchero bianco
3 vasetti di farina 00
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
2 cucchiai di cacao in polvere
una manciata (abbondante) di gocce di cioccolato

Marmellata di mirtilli

Per il "top" di meringa:
2 albumi
zucchero a velo

Mescolare tutti gli ingredienti e rovesciare l'impasto (che sarà abbastanza morbido. Se non dovesse esserlo, aggiungete un pochino di latte) in una tortiera a cerniera , imburrata o foderata con carta forno, dal diametro di 20-22 cm.
Cuocere in forno a 180° per circa mezz'ora. Verificare la cottura con la prova stecchino al centro: se esce asciutto è pronta .
Far raffreddare e sformare.

Preparare due albumi montati a neve ben ferma.
Prendere la torta e metterla su un piatto da portata, cospargere la superficie con marmellata, per me , mirtilli. Siate generosi e se la vostra marmellata , come la mia, aveva anche un po' di denso succo, versatelo in modo anche penetri anche un po' nella torta inzuppandola quel poco che la renderà ancora più...sublime! (se dovesse colare, come ha fatto la mia, non importa! renderà la torta ancora più bella... e più buona!)
Dopodiché aggiungete la meringa in modo , più o meno creativo. Io non avevo tempo di andare a sbirciare su internet come sistemarla alla Martha Stewart o alla Donna Hay,  e quindi l'ho messa a cucchiaiate cercando di dare una parvenza di "onde increspate", ehm, o quasi...
Un po' di zucchero a velo sparso qua e là.
E poi con somma gioia ho preso il cannello, ho aperto la valvolina del gas e ho schiacciato il bottone per accendere la fiamma ...ed è iniziato il mio divertimento.
Divertimento che devo dosare perché altrimenti brucerei tutto...quindi il tocco deve essere leggero, veloce e non particolarmente prolungato.
Posso migliorare , lo so, e proprio per questo ho in mente altre nuove torte che prevedono una finitura del genere !



Disegnino doveroso anche per fissare "artisticamente" la mia "creazione" nel mio album personale che sta diventando sempre più ricco!

Impressioni personali dopo aver assaggiato la suddetta torta.  L'insieme cioccolato-marmellata la rende molto "sacher-mood" ( una delle  torte che amo di più in assoluto .La metto al secondo posto , lasciando il primo ad ogni torta che abbia le mele...).
Le gocce di cioccolato sono un piacevole contrasto rispetto alla morbidezza della marmellata . L'insieme si sposa perfettamente con l'impasto di questa torta molto, molto basic ma sempre buona ( e di sicura riuscita, particolare da non sottovalutare)
E che dire della meringa? Più impatto scenico che di gusto ma che completa comunque il tutto senza invadere troppo il mix di sapori, profumi e consistenze.
Tocco in più la frutta, nel mio caso mirtilli, a decoro del dolce e ulteriore sensazione per il nostro palato: regalerà la nota di freschezza, leggermente acidula ma comunque in sintonia con il tutto.

Che dire? A me è piaciuta molto e, come avete potuto constatare è di una semplicità disarmante .
Certo è che il cannello per caramellare è l'oggetto che fa la differenza... vi serviva una scusa per prenderlo? Eccola qui! Ed entrerà a far parte dei vostri "aggeggi del cuore" in cucina, ne sono certa ...



9 commenti:

  1. sai che ho il cannello ( e fra l'altro non mi ricordo manco più dove l'ho messo ahimè!) ma mai usato per paura di fare non so chè danni...beh, forse è giunto il momento di trarlo fuori e provare?! Naaaaaaaaaaaa....
    Lascio fare a te queste meraviglie, mia cara amica quasi provetta pasticcera...
    Un bacione e a prestissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simo se riesco ad usarlo io tu andrai alla grande!! ma soprattutto ti divertirai un sacco!!! mi dirai... un grande abbraccio!

      Elimina
  2. Eccomi, sono salita sulla fiammella del cannello e sono arrivata! Spero ancora in tempo per gustare, perchè una parte di torta l'ho mangiata ieri con gli occhi ma non mi basta, ne voglio ancora! Sono felice di averti ispirato inconsapevolmente e sai che sono gatta sensibile, se leggo che mi stimi e mi vuoi bene faccio le fusa emozionata! Sai che ricambio, sei la mia Robi verdina ed elegante che esprime tanta poesia coi suoi disegni... :-)
    Il cannello già freme per essere riusato, mi devo lanciare con le meringhe anche io, sfida aperta! E vedrai quante idee, adesso che ho capito che è come una penna che scrive... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la torta , ahimè, è finita in un lampo! è vero che eravamo in cinque, è vero che era piccina... però diciamo che c'è stato il bis per (quasi) tutti!!!
      la prossima volta la farò più grande e ti aspetterò per gustarla insieme chiacchierando di gatti, di verdini, di cose che ci piacciono... La meringa non è venuta come volevo ma è stata una decisione dell'ultimo minuto e l'ho fatta così come veniva! sto già "navigando" su siti e sfogliando pagine delle mie riviste e dei miei libri di cucina per trovare la ricetta giusta per la mia prossima torta con meringa "scritta" con il cannello... vero che quando lo usi non smetteresti più? ah ah ah...bello giocare e divertirsi e, alla fine, gustarsi anche quello che si è creato! a presto cara, ti abbraccio forte ...

      Elimina
  3. Hai ragione Robi ci sono alcune frasi terapeutiche nelle ricette dolci che non si ritrovano nel procedimento di un pollo arrosto ^^ e la terapia qui è già iniziata guardando le foto, il procedimento è veloce e gli accostamenti sono decisamente slurrrrp!! E poi anche qui con il cannello c'è un conto in sospeso, lo avevo preso insieme ad un kit per creme brulee e con Laura avevamo deciso di usarlo per un dolce il 31 Dicembre ma chiaramente era sprovvisto di gas...così ad Aprile ancora non lo abbiamo usato e giace lì aspettando ricette come questa! E che l'epoca del cannello abbia inizio!!! Buona festa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e vedrete, care amiche, che una volta iniziata l'"era del cannello" cercherete ricette in cui usarlo ;-) divertente e soprattutto regala effetti scenici da non sottovalutare! Anch'io l'avevo usato dopo un bel po' : l'avevo in casa, ritirato in un armadietto e lo guardavo con diffidenza. Ma quando ho preso coraggio e l'ho messo alla prova (mettendo alla prova anche me stessa!) gli ho subito voluto bene!!! mi direte.... vi abbraccio forte <3

      Elimina
  4. Io quando credo di non saper usare qualcosa, a scanso di equivoci neppure la compero. Ed il cannello fa parte di queste. Diciamo anche che ho avuto una piccola disavventura con le meringhe, che tanto amo al contrario del mio forno che fa dispetti, e che, ripetutamente tenta di bruciarle. Ma ho come amica la tenacia che mi aiuta a superare le paure.
    La tua torta Roby ha un bell'aspetto! Adesso capisco il perché i dolci finiscono in tavola più del salato. A presto e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa il ritardo con cui ti rispondo...io invece compro tutto soprattutto le cose che non userò mai!!! le meringhe per me sono uno scoglio che devo ancora superare ma fatte in questa maniera (cioè solo albumi montati e fine...) ce la posso fare ;-) ... sono sicura che la tua tenacia ti porterà a meringhe uniche e a virtuosismi con il cannello che so già saranno superlativi! un grande abbraccio

      Elimina
  5. I prodotti eccezionali rendono migliore la vita di tutti i giorni. Scopri kit di pasticceria retro per biscotti. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2OTAyNzE1NSwwMTAwMDAyNCxraXQtZGktcGFzdGljY2VyaWEtcmV0cm8tcGVyLWJpc2NvdHRpLTc2MzYuaHRtbCwyMDE2MDgxNyxvaw==

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...