lunedì 28 febbraio 2011

LA CHARLOTTE DELLA ZIA LERU


Ci sono torte che hanno valenza proustiana …e questa è una di quelle.
L’autrice è la mia zia Leru che, in occasione del compleanno della mia mamy, ha fatto questa stupenda charlotte…
È una torta che non ha stagione è perfetta d’estate per la freschezza della frutta , è perfetta di inverno per la generosità della panna e dei savoiardi imbevuti di liquore.
È la torta che mi ricorda i pranzi in famiglia , tutti riuniti a casa da mia nonna e mia zia che arrivava da Milano con la charlotte mezza fatta! La cupola di savoiardi e frutta va tenuta in frigo fino al momento di mangiarla , poi si rovescia e , al momento, si monta la panna che la ricoprirà…
Durante il viaggio da Milano la torta era ben protetta e tenuta al fresco in modo da non arrivare sofferente e veniva subito messa in frigo e quando era giunto il momento topico, le donne di famiglia, (mia mamma, mia zia e mia nonna) andavano in cucina a completare questa dolce opera d’arte con la bianca e spumosa panna montata.
Ero bambina, magrissima e inappetente ma davanti a quel dolce non sapevo resistere.
Mi ricordo nitido il boccone voluttuoso , ricco di sapori freschi di frutta con una punta di liquore che non mi dava fastidio , ma anzi, rendeva il tutto ancora più…peccaminoso!!! E poi che dire quando ogni tanto si incontravano i pezzi di cioccolato fondente che scroccavano sotto i denti rendendo ancora più forte il contrasto con il morbido degli altri ingredienti.
La panna soffice avvolgeva il tutto in un abbraccio coccoloso e accendeva ancora di più i gusti: l’ananas sciroppato, le prugne cotte, le mele cotte, ogni frutto manteneva la sua identità sposandosi perfettamente con gli altri sapori e i poveri savoiardi resi vacui dal liquore, non potevano far altro che tenere uniti tutti gli ingredienti fino a quando , con un’abile cucchiaiata, inevitabilmente l’esile struttura cedeva e allora si raccoglieva frutta,biscotto, cioccolato, panna in un disordine dolce e godurioso…
Queste sensazioni le rivivo ogni volta che mangio questo dolce e rivivo anche i momenti passati in una sorta di remember a volte carico di piacevole nostalgia .
Una torta che consiglierei dopo un pranzo non troppo pesante perché, credetemi, una fetta sola non sarà sufficiente a farvi capire l’essenza di questa charlotte e dovendo, inevitabilmente fare il bis e forse il tris, è meglio lasciar…spazio! :-)

Ingredienti poco precisi perché è una ricetta “creativa”:
savoiardi (quanti bastano per foderare la vostra ciotola )
liquore preferito (anche alla frutta ,oppure grand marnier, cointreau, maraschino o marsala….)
panna da montare
zucchero a velo (poco)
mele cotte
pere cotte
ananas sciroppato
prugne cotte
cioccolato fondente a pezzetti

potete aggiungere , modificare il tipo di frutta che può essere sciroppata o cotta…
imbevete i savoiardi nel liquore (io lo allungo con un po’ d’acqua ad evitare che sia troppo forte) e foderate una ciotola . Avete intanto preparato la frutta che, come dicevo, può essere sciroppata e/o cotta e i pezzetti di cioccolato fondente. Riempite quindi la cupola di savoiardi con frutta e cioccolato pressando bene e chiudete con una sorta di coperchio sempre fatto di savoiardi imbevuti nel liquore.
Poi mettete in frigo almeno 2 o 3 ore, ma potete preparare il tutto anche il giorno prima.
Qualche minuto prima di mangiare il dolce tiratelo fuori dal frigorifero e sformatelo su un piatto . Dopodiché montate la panna con un po’ di zucchero e velo e ricoprite il dolce .
Et voilà..
Dolce facilissimo ma dall’effetto scenico strabiliante.
Di torte charlotte ne esistono tantissime versioni, io questa ve la consiglio per la semplicità di esecuzione e soprattutto per il sapore godurioso e ricco . Una torta creativa che si può modificare secondo del gusto o di quello che offre la dispensa. Da fare e da gustare almeno una volta nella vita…

12 commenti:

  1. Sono felice quando posso "sentire" queste belle emozioni che nascono dai ricordi hanno un'odore del proprio pensiero unico e singolare ♥
    è una splendida torta bacioni

    RispondiElimina
  2. Evviva zia Leru, che diventa, ad honorem, la zia di tutti noi!!!

    RispondiElimina
  3. fantastica esperienza multisensoriale questa charlotte della leggendaria zia! da provare senz'altro, oltretutto "al cucchiaio" è deliziosa a fine pasto (...che consigli light..ehm..)
    come sempre, sei una produttrice di emozioni.
    baciuz

    RispondiElimina
  4. davvero deliziosa questa charlotte!

    RispondiElimina
  5. che bello quando un dolce ci fa rivivere momenti sereni passati in famiglia, lo descrivi benissimo! e trasmetti la bontà di questo dolce, mi hai fatto venire voglia di assaggiarlo ;-P

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima, le tue storie sono sempre ammaliatrici.

    RispondiElimina
  7. Da come ne parli è evidente l'affetto che hai nei confronti di questa torta golosissima che ti porta con la mente all'infanzia.
    Fabio

    RispondiElimina
  8. @stefania : è ancora più bello condividere con chi apprezza! :-) baci

    @stefania: magica zia !!! bacissimi

    @rita: grazie!!! provala e fammi sapere!!!baci

    @lericettedell'amorevero: supermega deliziosa! da provare! baci

    @acquolina: lo scopo era proprio quello..ispirare e far venir voglia di fare questo dolce perchè ne vale la pena ! baci

    @fabi: cara fabi, che bello ritrovarti!! ti mandoun mega abbraccio fortissimo! a presto

    @annaluisa e fabio: eh si, a parte i ricordi il sapore di questo dolce godurioso è da sballo! almeno per me :-)....vi abbraccio

    RispondiElimina
  9. ecco... mentre leggevo... mangiavo... con il pensiero ovviamente, se avessi tutto l'occorrente ti giuro che la farei adesso, mi ha colpito davvero un sacco questa charlotte :-) baci Ely

    RispondiElimina
  10. @ely: quando la proverai voglio sapere il tuo parere!!! baci

    RispondiElimina
  11. vincent3.3.11

    Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  12. Ciao Roby,
    arrivo a te tramite l'iniziativa di Ely "libri vagabondi".. complimenti per il blog molto carino, e questa torta deve essere buonissima!
    Da oggi sono tua sostenitrice!
    A presto! :-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...